GIZEH (I GRIGI)

Le popolazioni  rettiliane hanno mosso guerra alle razze universali per un ordine “Divino”, pensano infatti che l’universo sia loro (questo è stato detto dalla loro Divinità Suprema…) e che tutte le razze diverse, ad iniziare dai mammiferi debbano essere cancellate o rese in schiavitù.

Secondo questo principio non si potrebbe definire “male” il loro comportamento, perché essi eseguono la volontà di una divinità superiore.

Purtroppo però non possono neanche essere considerati innocenti, poiché la loro evoluzione li ha portati a sviluppare solo i lati negativi del cervello, proprio comunque di ogni forma di vita, sia essa rettiloide, mammifera o insettoide.

I Gizeh, conosciuti come “I Grigi”, sono calcolatori e spietati, privi assolutamente di pietà poiché non ne conoscono il significato della parola. Bisogna considerare che la loro evoluzione è avvenuta nell’esatto contrario di come avverrà la nostra… essi hanno scelto la via della tecnologia e della materialità, diventando spietati esaminatori di forme di vita, assolutamente privi di sentimenti, ad eccezione del patriottismo dell’unità della razza.

I Gizeh, con scopi ben precisi, hanno fatto parecchie rivelazioni circa il futuro del nostro pianeta ed anche sulle loro intenzioni che, sono tutt’altro che benevole. Infatti, intendevano sottometterci una volta per tutte, anche se essi stessi avrebbero corso il rischio di essere sterminati dalle nostre armi chimiche e batteriologiche.  Il piano di conquista dei Gizeh è molto dettagliato, e mirava ad uno smantellamento lento, ma radicale, delle nostre difese militari dall’interno, cioè tramite infiltrati che hanno il compito di provocare dispute tra le fazioni per tenere divisi i popoli del pianeta. Lo stesso presidente J.F.Kennedy aveva intuito tutto questo e si era deciso a rivelarlo al Grande Pubblico, ma e’ stato eliminato da un complotto capeggiato da alcuni degli esponenti alieni che si erano accordati con il Governo Ombra. La popolazione dei Gizeh, con cui gli americani strinsero il Patto Scellerato (Tecnologia e armi in cambio della possibilità di fare esperimenti su umani), appartiene a questa Fratellanza Oscura: i Gizeh sono esseri derivati dall’evoluzione dei rettili. Sono vegetariani ma questo perché la loro evoluzione energetica gli impedisce di mangiare carne. Sono altamente telepatici, vivono in media circa 300 anni dei nostri, e sono ermafroditi, ciò li limita moltissimo nella riproduzione, ma essi hanno risolto il problema dell’estinzione alla quale sembrava destinata la loro razza con la CLONAZIONE e la GENETICA NON LINEARE, riuscendo a moltiplicarsi al di là di ogni possibile idea.

Il pianeta dei Gizeh, Zeta Reticuli, possiede un alto tasso di radioattività a causa della vicinanza con il proprio sole, la piccola stella Barnard nella costellazione di Ophiuchus, ed è quindi divenuto inabitabile sulla superficie.

Le modifiche genetiche hanno dotato i Gizeh di una doppia palpebra (una esterna ed una interna all’occhio) per sopportare enormi quantità di luce.

Le città dei Gizeh si snodano nel sottosuolo, dove molti sfortunati esseri, catturati dalle forze della Fratellanza Oscura, vengono usati come schiavi e come cibo per le bestie addomesticate dei Gizeh (Usanza che tra l’altro i Gizeh pare che abbiano copiato proprio da noi fin dai tempi in cui i Romani davano i gladiatori in pasto ai leoni).

Anche alcuni esseri terrestri furono rapiti da questi alieni errabondi (i casi di testimonianza sono migliaia in tutto il mondo, specie nei decenni 70/90), con lo scopo principale di trovare geneticamente delle cure alle malattie che tempestano Zeta Reticuli, e dalle quali i Gizeh sono colpiti gravemente. Il nostro corpo è ben più resistente del loro ai virus, ai batteri ed alle intemperie naturali, sebbene essi ci superino nettamente nella tecnologia e nello sviluppo delle capacità del cervello.

Bisogna aggiungere infine un’ultima osservazione importante: pare che esistano due gruppi ben distinti fra i Gizeh. Il primo spietato e infido, il cui scopo è assoggettare l’universo, il secondo leggermente meno belligerante, ma sempre negativo, che però rifiuta l’idea di mischiarsi alle razze inferiori, anche se per dominarle. Queste due fazioni sono in combutta tra loro, proprio per la diversa ideologia che hanno.

 

In un intervista del 19 giugno 2012, Cobra afferma che i grigi sono solo una delle tante razze ad essere sottoposta a tecniche di ingegneria genetica e alla modifica della coscienza, nella storia galattica, e sono stati molto attivi su questo pianeta negli ultimi 50 anni. Negli ultimissimi anni tutto questo è stato cancellato e attualmente non ci sono più ET negativi su questo pianeta ad eccezione di quelli che si incarnano in corpi umani, come gli appartenenti alla “Cabala”, quindi non ci sono strani e divertenti ET che cercano di volare in giro per il pianeta con le loro navi in questo momento.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: