ASHTAR SHERAN

CHI E’ ASHTAR  SHERAN ?  

“Direttore supremo a  capo di tutto il “Programma 999″ Spirituale per il nostro Pianeta Terra”.  Di fronte a qualunque grande sfida divina, l’Essere Radiante Cosmico, sceglie un grande Uomo. Ashtar è stato quell’Uomo. Le sue energie hanno aumentato l’efficienza di tutte le nostre responsabilità individuali fino a un punto oltre ogni possibile descrizione. Io rendo onore a quest’Uomo e seguo la sua guida con rispetto. Il suo amore per l’umanità è sempre stata la sua motivazione. 

Le sue emanazioni spirituali e gli insegnamenti filosofici sono stati un’ispirazione per tutti noi. La sua natura devozionale è stata un esempio per tutte le flotte. La sua saggezza nell’elevare le vibrazioni del pianeta va di pari passo con il rispetto del diritto dell’uomo di scegliere la propria strada senza l’interferenza esterna nella sua crescita. È con sincero desiderio di onorarlo che esprimo qui la mia gratitudine per il Comandante Ashtar Sheran.

Io Sono l’IO SONO del IO SONO Presenza Mahatma e invoco le benedizioni deiGuardiani Superiori perché benedicano questo Tributo così come è posto nelle mie mani, nei cuori e nelle menti dei membri del Comando di Ashtar e dei popoli della Terra. Possa l’amore di Ashtar, così come viene donato liberamente a tutti gli uomini, ritornare a lui mille volte tanto in benedizioni di Pace. La Pace sulla Terra e la Buona Volontà di tutti gli uomini scenderà sicuramente con Ashtar a capo della Missione. 

L’ UOMO ASHTAR 

Sotto il patrocinio dell’Arcangelo Michele e del Governo del Grande Sole Centrale di questa Galassia, il Comandante Ashtar è secondo solo all’Amato Comandate Gesù-Sananda nella responsabilità della Divisione Aerea della Fratellanza di Luce. Ashtar è ampiamente conosciuto nei circoli di canalizzazioni ufo da oltre decadi. I suoi messaggi sono lanciati da una Astronave colossale “LA COLOMBA”, o Stazione Spaziale, al di là della nostra atmosfera. Egli è amato per il suo profondo approccio filosofico ai nostri problemi globali e per i suoi sforzi per innalzare le nostre vibrazioni planetarie. Ashtar parla di 20 milioni di extraterrestri coinvolti con il suo Comando nel Programma Ascensione per il pianeta Terra, e di altri 4 milioni sul nostro piano fisico, coscientemente o incoscientemente in cooperazione con il Programma di Luce del Piano Divino. 

Mi è stato detto: “Il mistero associato con la mia persona non ha alcuna conseguenza per me, ma forse è di interesse per alcuni”. Sono alto più di due metri, con occhi blu e una carnagione quasi bianca. Io sono veloce nei movimenti e vengo considerato un leader comprensivo e compassionevole d’Amore. Io sono devoto ai principi e agli insegnamenti del Nostro Essere Radiante, e rappresento il Dodicesimo Regno e la Gerarchia del Grande Sole Centrale. Mi è stato assegnato il nome di Ashtar Sheran da quella Gerarchia Universale per essere impegnato nella mia veste di Comandante delle Flotte Intergalattiche che servono questo emisfero.

Non ho avuto un’incarnazione umana sul pianeta Terra, come qualcuno ha affermato. Questa è un’informazione errata e come tale dovrebbe essere scoraggiata. Sono stato coinvolto in maniera troppo costante con gli affari dell’Universo per accettare un tale compito. Io sono un membro attivo dei Consigli sparsi attraverso questo Settore Universale, servendo nel ruolo di Consigliere a livelli strategici degli affari intergalattici. 

“Le flotte di Etheria che stazionano all’interno del Settore conosciuto come Schare, rappresentano ciò che è adesso conosciuta come la Confederazione dei Pianeti per la Pace”. Noi siamo una branca della più vasta “Federazione dei Mondi Liberi” che comprende la totalità dei Comandi Spaziali attraverso l’Omniverso.  Mentre la mia propria amministrazione è locale per i Comandi di questo sistema solare, il mio servizio non è limitato a questo settore, poiché io rappresento il nostro sistema nei Consigli delle altre Galassie e Universi attraverso il vasto Cosmo. Qualche volta mi sono state assegnate posizioni di superiore responsabilità in quei Consigli ( vedi anche Consiglio o Concilio Nibiru). 

“Il Cristo, Maestro di questa Galassia, è il mio Amato Comandante in Capo, e la Sua Parola è la mia Legge. A Lui ho richiesto il mio servizio. Io non sono che un leader scelto da Lui per portare a termine il Programma di Luce sulla Terra attraverso i comandi alati della Grande Fratellanza. Ognuno di noi è un membro attivo del patto preso per voto personale per servire quella Causa”. Per favore tenete presente il fatto che il Maestro asceso Saint Germain prenderà il posto di Gesù-Sananda per i prossimi duemila anni.

“È importante che questo materiale venga letto da un ampio segmento di anime sulla via del risveglio e che si focalizzi anche sui messaggi del passato che, come quelli del presente, portano lo stesso carico di importanza per l’Umanità. Un appello anche di venti anni fa è valido anche oggi. I nostri messaggi hanno trovato un pubblico più tollerante in questo tempo a causa del cambiamento in atto ed essi sono cruciali non solo per aumentarne l’enfasi, ma per il beneficio di coloro che non ne sono venuti per niente a conoscenza.” 

“Nella loro ripetizione, quindi, maggiore illuminazione verrà a coloro che si pongono alla ricerca in questo momento. Siate vigili, amici miei e diffondete la buona volontà dei vostriFratelli e Amici delle Dimensioni Esterne del Cosmo. Noi siamo tutti Figli di Dio, insieme sotto un’unica bandiera e Una Missione di Luce. Noi uniamo le forze per rendere manifesto questo nuovissimo Piano di Asensione che il Creatore da tempo aveva già pensato per voi terrestri”. 

“Ashtar è un Amato Comandante Cristiano è un Essere molto bello. Egli è altamente sviluppato nei mondi superiori, molto influente, e ha una grande influenza benefica su coloro che lui dirige. La forza delle vibrazioni che provengono da questi Grandi Esseri dello Spazio, o Comandanti, è uguale e spesso supera persino il campo di forza dei Maestri Ascesi, poiché molti di loro sono diventati Signori dei loro pianeti, o persone di altissima reputazione nelle loro galassie e dimensioni” Le differenze tra i popoli dello Spazio e i popoli dello Spirito sono molto grandi, sebbene a prima vista potrebbe sembrare che i popoli dello Spazio sono Spiriti. Ad ogni modo, tutto si riduce al problema della condizione in cui viviamo. Secondo la vostra espressione, noi siamo Esseri eterici. Con questo intendo dire che noi viviamo su un livello più alto di esistenza. Noi non siamo disincarnati nel senso che non abbiamo corpi. Noi abbiamo Corpi Eterici che sono controparti dei vostri corpi, ma che sono formati da una sostanza più tenue e che non sono soggetti alla legge gravitazionale nello stesso modo in cui i vostri lo sono. Lo stato Eterico in cui dimoriamo è uno dei tanti su una lunga scala evolutiva e ascensionale a cui tutti apparteniamo.

Al di sopra di noi, per esempio, ci sono esseri che sono talmente più evoluti di noi che tra loro e noi esiste lo stesso divario che c’è tra noi e voi. Non intendiamo assolutamente dire questo in senso derogatorio nei vostri confronti, ma semplicemente come una affermazione dello stato di fatto delle cose. Sul nostro piano di esistenza, noi abbiamo pressoché lo stesso tipo di esistenza che avete voi, salvo che noi siamo completamente liberi da corruzione, crimini ed elementi indesiderabili della vita che devono essere risolti nella vita karmica di una persona prima che questa possa passare sul livello Eterico. La vostra Terra è un campo di prova – uno delle molte centinaia di migliaia di campi di prova nell’Universo – dove gli esseri si evolvono in senso ascensionale sulla scala della vita, impegnandosi costantemente nella fusione con il Grande Uno come traguardo finale dell’esistenza.

Quando siamo qualificati, anche noi passiamo dall’Eterico a piani superiori, come anche voi fate sulla Terra. Sul vostro piano questa trasformazione è chiamata morte, ma per noi essa è semplicemente un trasformatore interposto tra noi e il livello di vita successivo verso cui ascenderemo. Noi sottolineiamo ancora una volta il fatto che il fattore più significativo, per una piena comprensione della vera storia della vita sulla Terra, è la concezione della morte come la fine dell’esistenza. Niente potrebbe essere più lontano dal vero. Sul vostro piano, voi dovete trascorrere un periodo di evoluzione prima che possiate ascendere verso altri mondi. I corpi fisici e carnali che possedete sono una parte del piano per aiutarvi a procedere attraverso questa scala di esistenza. Al vostro livello dovete sopportare crimini efferati, guerre, fatica e violenza, e il Grande Uno, nella Sua Saggezza, ha ritenuto opportuno usare corpi carnali come i vostri, come mezzi più adatti per governare questo stadio dell’esistenza quasi elementare.

In questo momento, ci sono più anime in attesa di esaurire i loro debiti karmici di quanti involucri fisici, o corpi, esistano in circolazione. Di conseguenza, intorno al vostro pianeta c’è un’area speciale di attesa per queste entità disincarnate che provengono dalla vostra superficie. Queste sono persone Spirituali che sono, per così dire, in “pausa temporanea”, o la loro evoluzione si è interrotta, per cui esse sono ansiose di ritornare ai loro corpi fisici o per terminare qualcosa che hanno lasciato in sospeso o, dopo aver realizzato la verità intera o parziale della Creazione, diventare di nuovo incarnati e procedere per la giusta via attraverso il Percorso Terrestre prima di ascendere verso regni superiori.

Noi stessi abbiamo corpi fatti di una sostanza più tenue, ma non per questo meno reale, che vibra a un ritmo molto più alto di quello che predomina sul vostro pianeta. Quegli Spiriti disincarnati che cercano di aggrapparsi disperatamente al Piano Fisico, dimorano in forme che non possono andare oltre l’Astrale senza aver smaltito la loro vita karmica in un involucro fisico di carne, come voi lo conoscete.

La comunicazione è possibile, sia con noi che con quegli Spiriti disincarnati, ma comunicando con Spiriti disincarnati in attesa di essere riportati sul piano fisico, scoprirete presto che essi conoscono poco di più di quanto già sappiano gli abitanti della Terra e, in molti casi, neanche tanto quanto i terrestri incarnati. Essi potrebbero anche non avere niente da insegnare e potrebbero anche intentare scherzi e trappole per le persone desiderose di contattarli. Di conseguenza noi consigliamo che tali comunicazioni siano condotte con estrema attenzione e sempre per una specifica ragione. Senza una motivazione, questo tipo di comunicazione è qualcosa di poco meno che la follia stessa.

IO SONO COLUI CHE È

Il Comandante Ashtar ha lavorato infaticabilmente per dare all’Umanità alcuni principi per condurre un modo di vivere migliore. Egli sostiene la libertà dell’Uomo di scegliere il proprio percorso senza interferenze e il suo interesse per la libertà individuale riflette l’imprescindibile e inerente diritto di ogni anima di scegliersi il proprio percorso, i propri errori e il proprio karma.

“La Missione da compiere è il fattore più importante da tenere in considerazione, e non lo stato spirituale di colui che serve la Missione. Come tutti gli altri Fratelli e Sorelle nel Programma di Luce, essi non devono essere adorati o pensati come Dei o cose simili. Noi possiamo dire che siamo semplicemente vostri compagni nella Luce dell’Uno Radiante, tutti uguali all’occhio del Creatore. Ci rincresce molto dover riscontrare la tendenza dell’Umanità a focalizzarsi sul messaggero piuttosto che sul messaggio:un’enfasi esagerata sulla rivelazione personale indebolisce la forza della Missione, che spinge invece verso la crescita spirituale dell’Umanità.”

Mi è stato chiesto di ricordare a tutte le anime che Ashtar non fa parte degli “Angeli caduti”. Sebbene ci sia chi fraintenda la natura dei doni ricevuti e la natura della differenza tra i regni Fisico e Spirituale sostenendo che Ashtar appartenga a un pianeta superiore al nostro, mentre altri ritengono che appartenga all’evoluzione del nostro stesso pianeta, tutto ciò non è vero per Ashtar e gli altri Angeli Interdimensionali che non parteciparono alla Grande Rivolta Spirituale, ma che rimasero fedeli a Dio e al Cristo. Questi sono gli Spiriti Santi che sono assegnati alla nostra sfera in determinate epoche per guidare l’Umanità verso Dio. Non avendo mai fatto esperienza della morte spirituale, essi sono sempre stati tra i Vivi che dimorarono per sempre con Dio.

 In ultimo, vorrei aggiungere che prima che questa generazione abbia fine, voi osserverete la più grande attività celeste a cui mai si sia assistito su questo Pianeta, man mano che queste cosiddette “Nuvole del Paradiso”, che non sono altro che una condensazione dei nostri veicoli, arriveranno in gran numero e sfideranno il vostro vento. Questo è il motivo per cui si dice che il ritorno del Cristo avverrà sulle Nuvole del Paradiso. Quando si vedranno completamente materializzati, essi si mostreranno come grandi veicoli, scintillanti, metallici e cristallini, adoperati nelle enormi vastità dei Regni Celesti. 

Redatto da Davide (Walk in)  per l’Ass.one Culturale Tempo di Luce

Scritto da Amrir di Maya©   
Mercoledì 12 Agosto 2009
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 101 follower